La festa di Erzinio fa il pieno!

Festa del Prosciutto Erzinio Guarcino

Il trionfo dei sapori ciociari

Accade ogni anno (e da ben 17 anni!): quando Erzinio, il salumificio ciociaro, organizza la Festa del Prosciutto è partita l’estate! Di solito succede ai primi di luglio, quando tutta la Ciociaria si riempie di vacanzieri e di ciociari di ritorno. Un modo per rivedersi dopo tanto tempo, un modo per stare insieme e divertirsi. Siamo in Ciociaria, a Guarcino (provincia di Frosinone), dove proprio nel piazzale della casa madre e del punto vendita “Erzinio”, Anna e le sue figlie, titolari del salumificio più famoso del Lazio, preparano la grande festa. Un rituale pagano, un ballo tantrico, una occasione per ringraziare gli dei della grande abbondanza che questa terra produce. Il prosciutto di Erzinio,  il re delle bontà ciociare, è di una qualità superiore. Semplicemente inimitabile. Una qualità e una notorietà che continua ad avere anche tra le nuove generazioni. Merito di questo antico salumificio ciociaro, che dal 1950 produce e distribuisce le sue golosità non solo in Italia. E la gente sembra davvero apprezzare, a giudicare dalla varietà di leccornie che girano sotto i nostri occhi. Questo weekend (il 6,7,8 luglio) si è registrato il tutto esaurito. Persone che arrivavano non solo dai paesi limitrofi come Fiuggi o Alatri, ma dalle più distanti Frosinone, Ferentino, Sora. Molte persone venivano da Roma per trascorrere in modo spensierato una serata tra balli, specialità enogastronomiche e tanto divertimento.

Un rituale, dicevamo, che celebra ancora una volta le bontà tipiche della cucina ciociara:  tutti i fila a ordinare non solo la mitica pizza e prosciutto, ma anche salsicce, porchetta, bocconcini di cinghiale, guanciale, formaggi di pecora stagionati, tipici della zona. Un inno alla professionalità di Anna e della sua famiglia che, da anni, portano avanti questa attività di produzione e vendita delle specialità ciociare. Lo fanno con grande dedizione, come una volta, come tanti anni fa aveva fatto prima Erzinio, poi Franco. Tanta gente presente non solo il 6 luglio per il popolare Gigione, ma anche la sera successiva con i divertenti “Tanto pe cantà”, e la domenica con Peppe & Custo che – da bravi intrattenitori – hanno dato spazio alla voglia di ballare dei tanti partecipanti. Una squadra di cuochi ai fornelli preparava le varie specialità: dalle sagne e fagioli ciociare alla salsiccia,  poi ancora salami, guanciali, coppiette, il caratteristico bastone ciociaro. Per finire ciambelline al vino e tipici amaretti per tutti. L’immancabile riffa finale metteva in palio prosciutto, salsicce e altre tipicità del luogo. “Sono queste le serate che ti danno gioia e la forza di continuare a credere in questa terra ” – ci dice Anna, la titolare del salumificio ciociaro – “è un bel momento in cui incontri tanta gente che apprezza i prodotti di Erzinio e la Ciociaria. È per loro che, ogni giorno, portiamo avanti la nostra produzione di alta qualità: con i ritmi e i tempi di una volta.”