Dolce dalla caratteristica forma ellittica allungata e colore marrone chiaro a base di mandorle amare, mandorle dolci, zucchero semolato, albume d'uovo ed ostia disposta alla base dell'amaretto. La produzione dell'Amaretto di Guarcino avviene da circa un secolo. La storia racconta che la ricetta di questo dolce è stata donata da un vecchio frate, come riconoscenza nei confronti di chi, dopo chilometri e chilometri di marcia, fermatosi nel paese di Guarcino, gli aveva offerto cibo e riposo.

La produzione dell'Amaretto di Guarcino avviene da circa un secolo. La storia racconta che la ricetta di questo dolce è stata donata da un vecchio frate, come riconoscenza nei confronti di chi, dopo chilometri e chilometri di marcia, fermatosi nel paese di Guarcino, gli aveva offerto cibo e riposo. Nel Medio Evo, nel periodo di caccia i signori del luogo trovavano ristoro presso l'antica Rocca di Rivituro, roccaforte sita nel monte le Campora, per consumare le prelibate carni di lepri, di cinghiali e fagiani, i formaggi di pecora, le pizze a base di farina di grano, e soprattutto gli amaretti, vanto di Guardino.

Parlare degli Amaretti di Guarcino significa parlare dell’espressione più autentica della cultura del territorio. La produzione artigianale di questa pasta, che sta per ottenere il marchio IGP (indicazione geografica protetta), è la manifestazione della tradizione popolare del borgo medioevale di Guarcino tramandata di generazione in generazione. 

Gli amaretti si distinguono con decisione dagli altri per la morbidezza e per l’utilizzo di ingredienti semplici e naturali: mandorle (dolci e amare), zucchero e uova. La valenza degli Amaretti di Guarcino sta nell’aver conservato immutata la ricetta nel corso dei secoli, mantenendo inalterata la sua semplice e particolare composizione, facendone un prodotto dalle qualità in termini di resa, di gusto, di leggerezza e di facilità di cottura del tutto particolari. Oggi questo prodotto alimentare sta conquistando le tavole delle migliori gastronomie internazionali, tra cui Tokyo, New York e Londra, tra i gioielli del Made in Italy buono da mangiare.

 

Ricetta dell'amaretto di Guarcino

Gli ingredienti per l'Amaretto di Guarcino sono basilari e facili da trovare. Ecco cosa ci serve per produrre questo dolce tipico Ciociaro:

  • mandorle dolci pelate
  • mandorle amare pelate
  • zucchero
  • albumi d'uovo
  • ostie

La preparazione degli Amaretti di Guarcino:

  1. In un contenitore tritare finemente sia le mandorle dolci che quelle amare e mescolate con lo zucchero.
  2. Munitevi di un'altra ciotola e montate a neve gli albumi d'uovo.
  3. Aggiungete al composto le mandorle tritate precedentemente e mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno.
  4. Infarinate una teglia e disponete le ostie facendo attenzione a tenerle distanti fra loro.
  5. Con un cucchiaio inserite un po' di composto dentro le ostie e cercate di dargli una forma ovale.
  6. Una volta riempite le ostie, cuocete in forno pre-riscaldato a 180°C per circa 30 minuti.

Quando saranno gonfiati e dorati, saranno pronti!